Parigi a Natale: luci e ombre

Una volta nella vita, bisogna andare a Parigi durante le festivita’ natalizie.

La Ville Lumière ogni anno diventa sempre piu’ bella, anche i prezzi diventano piu’ alte per uno spettacolo invidiabile.
Da Place della Concorde, con la sua ruota, le sue fontane e la Tour Eiffel sullo sfondo e’ tutto un trionfo di luci che ricordano che la vita e’ bella.

A Place de la Concorde, una grande ruota domina la scena

A Place de la Concorde, una grande ruota domina la scena

Gli Champs Elisees, le vetrine di Rue de la Paix, quelle di Maxim’s e le squisitezze delle pasticcerie delle Gallerie la Fayette, rendono tutto piu’ dolce.
Le gioiellerie e gli alberghi di lusso della Place Vendome, danno un’impressione di fasti e ricchezze che ben si sposano con la tradizione, un po’ meno con la realta’
La cornucopia riversato tesori e fortuna nelle tasche di alcuni, ma non di tutti.
La maestosita’ dell’Opera e la Cattedrale di Notre Dame costituiscono attrazioni impareggiabili per i turisti di tutto il mondo.

Place Vendôme e i suoi spettacolari addobbi natalizi.

Place Vendôme e i suoi spettacolari addobbi natalizi.

Nelle opulente vetrine delle Gallerie La Fayette, gli orsi possono consumare un pasto appetitoso, mentre tutti i ingranaggi fanno girare le illusioni dei piu’.
Le vetrine sono luccicanti, come sempre, e brillano pure orologi accessibili solo ai maraja e sciarpe per i colli miliardari.
Champagne e liquori, miniature della Torre Eiffel per i turisti e ricercatezze per intenditori sono in bella mostra, mentre i grandi ristoranti offrono prelibatezze di mari lontani a prezzi sbalorditivi.

Il Cafe' Ba-Ta- Clan, dove un attentato ha fatto tante vittime innocenti.

Il Cafe’ Ba-Ta- Clan, dove un attentato ha fatto tante vittime innocenti.

Ma al Ba-ta-clan, dove si e’ consumata una delle tragedie dei nostri giorni per via degli attentatori che odiano il mondo occidentale, il clima e di tutt’altro tenore.
Come sulle strade dove migliaia di profughi cercando di sbarcare il lunario a caccia di qualche moneta per sopravvivere a una notte frigida. Magari facendosi sfruttare da loschi personaggi.
Ma l’indomani mattina ci sara’ sempre chi aprira’ la finestra e vedrà’ il bel panorama della torre Eiffel, del Sacro Cuore e dell’Arco di trionfo.

Il Sacro Cuore, uno dei monumenti più visitati della capitale francese

Il Sacro Cuore, uno dei monumenti più visitati della capitale francese

Poi, al calar della sera, le luci si riaccenderanno, la ruota della fortuna ricomincera’ a girare, sia pure per pochi, i negozi riprenderanno a esporre le loro gioie e la vita riprendera’ come prima.
Parigi come metafora della vita, frequentata dai ricchi fra i grandi boulevards piene di negozi bellissimi, e dai poveri che circolano come formiche impazzite in cerca di una vita qualunque, ai margini di un miraggio irraggiungibile.

Potrebbero interessarti anche...